Studio Notarile Associato
Torroni - Deflorian


Via Bruni n. 2
47121 Forlì FC Italy
Tel. +39 0543 370 730
Fax +39 0543 376 599
Email atorroni.2@notariato.it

 

DAL 1° SETTEMBRE 2014 LO STUDIO SI E' TRASFERITO IN FORLI', VIA BRUNI N. 2

RIMANGONO INVARIATI TELEFONO, FAX ED E-MAIL

 

CHI È IL NOTAIO

Il notaio è un laureato in legge che ha approfondito gli studi di diritto ed ha superato uno dei concorsi più difficili d’Europa per l’assegnazione di una sede notarile. Si occupa, tra l’altro, di trasferimenti immobiliari, di costituzione e modifiche di società, di cessioni di aziende, del passaggio generazionale del patrimonio, ad esempio attraverso il testamento. Entra in gioco nei momenti cruciali della vita di una persona: quando la persona acquista o sostituisce l’abitazione, quando inizia o modifica un’attività d’impresa, quando vuole trasmettere il patrimonio ai suoi eredi.
Il notaio incontra le persone e ascolta le loro esigenze, traduce la loro volontà generica in strumenti giuridici idonei a realizzare la volontà delle parti. Controlla che l’operazione compiuta sia corretta sotto vari punti di vista (che non sia contraria alla legge o all’ordine pubblico, che i soggetti abbiano la capacità di obbligarsi, che non si violi la normativa antiriciclaggio, ecc.), garantisce che l’atto notarile realizzi la volontà delle parti, garantisce la correttezza tributaria dell’operazione con la registrazione dell’atto all’agenzia delle entrate, pubblicizza l’atto presso i registri immobiliari o societari, conserva in perpetuo (prima nel suo studio e dopo presso l’archivio notarile) l’originale dell’atto del quale può ottenere una copia autentica chiunque ne abbia interesse.
Il notaio è tenuto – anche tramite l’attività della Fondazione italiana per il notariato che si occupa istituzionalmente di formazione permanente – ad un costante approfondimento delle materie di sua competenza per seguire le novità normative nonché le diverse interpretazioni della dottrina e della giurisprudenza, al fine di poter mettere a disposizione del cliente la sua scienza giuridica per realizzare al meglio la volontà delle parti in una società in continua evoluzione.
Il notaio è terzo rispetto alle parti, cioè ascolta le esigenze di tutte le parti e si adopera per realizzare gli interessi di tutti e non di alcuni. L’attività del notaio è più affine a quella del giudice rispetto a quella dell’avvocato, tanto che è definito “il giudice del contratto”. Infatti il notaio è un pubblico ufficiale, abilitato dallo Stato a svolgere l’attività in un territorio delimitato, che corrisponde alla circoscrizione della Corte d’appello, ed è soggetto ad un rigoroso controllo biennale con l’ispezione di tutti gli atti ricevuti nel biennio, e dallo stesso conservati, ad opera del Capo dell’Archivio notarile, un organo periferico del Ministero della giustizia. In caso di violazioni di legge o deontologiche (cioè di comportamenti codificati nel Codice deontologico), il notaio è sottoposto ad un procedimento disciplinare presso la Commissione regionale di disciplina che può portare a sanzioni pecuniarie e, nei casi più gravi, alla sospensione ed alla destituzione.
Il notaio è tenuto ad interagire per via telematica con i pubblici uffici (Agenzia delle entrate, Agenzia del Territorio, Registro delle imprese, ecc.) utilizzando una struttura di studio in continua evoluzione, molto avanzata anche grazie al supporto tecnologico di Notartel, società informatica del Notariato. Il notaio mette a disposizione non solo dei Clienti ma anche dello Stato la sua struttura di studio, senza alcun costo per lo Stato, struttura con la quale aggiorna in tempo reale le banche dati dei registri immobiliari (catasto e conservatoria) e commerciali. Il grado di efficienza raggiunto dai questi pubblici registri – che garantiscono la possibilità di conoscere in tempo reale gli immobili presenti sul territorio ed i loro intestatari, le società che operano in Italia ed i loro titolari – è apprezzato anche all’estero, tanto che potenze mondiali come la Russia e la Cina sono venute in Italia per conoscere e studiare il sistema notariato italiano.

Alessandro Torroni